Venerdi 14 Settembre 2012  ore 20,45 

presso la Biblioteca di Canzo   (Co)               
C
oncerto/Spettacolo "Favole in Musica"

un momento musicale, che cerca di coinvolgere  emotivamente lo spettatore, alternando momenti di interazione e di chiara separazione tra la voce e il suono, con un filo conduttore che risulta essere la Favola
                    


   
 favole in Musica   

 

Venerdi 14 Settembre 2012 presso la Biblioteca di Canzo ore 20,45 – ingresso libero

 

 

Lo spettacolo prende spunto dalla recente incisione dei 2 brani della compositrice Gabriella Cecchi, per strumento solista e voce recitante, interpretati dai componenti del Duo Gada all’interno del CD “I Suoni Bianchi della Notte” che propone altri brani di quattro compositrici italiane e che verrà presentato durante la serata .

Proprio partendo da questi 2 brani che rimangono un po' il fulcro dell’iniziativa, si è pensato di costruire un momento musicale, che possa coinvolgere lo spettatore, alternando momenti di interazione e di chiara separazione tra la voce e il suono, con un filo conduttore che risulta essere la Favola, Fabulas in latino, ovvero  (tratto da Wikipedia:)

 

Il termine italiano «favola» deriva dal termine latino "fabula", derivante a sua volta dal verbo "fari" = dire, raccontare. Il termine latino «fabula» indicava in origine una narrazione di fatti inventati. La favola ha pertanto la stessa etimologia della "fiaba". Sebbene favole e fiabe abbiano molti punti di contatto, oltre alla comune etimologia, i due generi letterari sono diversi:

  • i personaggi e gli ambienti delle fiabe (orchi, fate, folletti, ecc.) sono fantastici, mentre quelli delle favole (animali con il linguaggio, i comportamenti e i difetti degli uomini) sono realistici

  • la favola è accompagnata da una "morale", ossia un insegnamento relativo a un principio etico o un comportamento, che spesso è formulato esplicitamente alla fine della narrazione (anche in forma di proverbio); la morale nelle fiabe in genere è sottintesa e non centrale ai fini della narrazione.

Per questo, a “ Pinocchio” di Collodi, (che può essere letto anche come “un viaggio iniziatico”) rivisitato dalla stessa compositrice, anche nelle parole, e a “Giovannin senza paura”, su cui è stata realizzata la composizione per violino e voce recitante,si è affiancato un brano di Kreisler, suonato soltanto dal Duo Gada, che avrà la funzione di preparazione al momento della narrazione; un altro brano di F. Schubert ruberà l'attenzione e farà irrompere per un attimo sulla scena un simpatico insetto, che abita il mondo delle fiabe, concludendo infine con una Berceuse di Faurè che vorrebbe poter “ legare insieme “ le varie espressività del suono e della voce.

Le favole, che si potranno ascoltare dalla voce recitante di Ugo Donato, spazieranno dal “ sempreverde” Pinocchio, alla narrazione di alcune fiabe italiane della tradizione popolare raccolte da Italo Calvino, autore che ha la capacità di interessare sia piccoli che grandi, di cui verrà proposto anche il racconto “ La camicia dell’uomo contento”. Sarà narrata anche la favola “La guerra delle campane” di Gianni Rodari. Lo spettacolo/concerto si terrà presso la Biblioteca di Canzo il 14 Settembre alle ore 20,45, l'ingresso è libero.



Alcune foto dello spettacolo/Concerto tenutosi a Canzo




(foto di Nicola Vicini )

 

un piccolo estratto musicale della serata





 

Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario